Millemagichestorie

di Lucia Giustini & Fabio Monesi

Ci potete contattare qui:

Adesso mi pare di capire meglio la natura dei rapporti tra autore e pubblico. Quest’ultimo è riconoscente al primo per avergli rivelato che le scale di casa possono qualche volta portare al castello della Bella addormentata nel bosco.

Jean Renoir
discarica-favole

Il Bianco e il Nero

separatore

La storia

 

 

Lo spettacolo è liberamente tratto dal libro "In una notte di temporale" di Yuichi Kimura.
I Lupi si vestono sempre di nero, sono sporchi e cattivi;bn2piccola le Capre si vestono sempre di bianco, sono vegetariane e hanno la voce stridula.

I Lupi e le Capre sono nemici, ma

non si conoscono affatto; due di loro avranno modo di incontrarsi in una capanna disabitata in una notte di temporale e, senza mai vedersi e riconoscersi, scopriranno di avere tante cose in comune. Faranno amicizia, ma… 

bn1piccola

 

 

 

bianconero2

GUARDA IL VIDEO

  

 

separatore

Tematiche e approfondimenti

  

La tematica di questo spettacolo è sostanzialmente la paura del diverso e tutto ciò che a questo argomento è legato. I protagonisti sono nemici senza nemmeno conoscersi, il pubblico potrà quindi approfondire il concetto di pregiudizio; la storia si svolge in un luogo presumibilmente buio nel quale i due cercano di conoscersi, in questo modo ogni scena si svolge in uno stato di tensione, anche se non mancano momenti comici; per il finale abbiamo deciso di aderire all’idea del libro: un finale aperto in cui i due protagonisti si danno un appuntamento alla luce del sole e, dunque, cosa succederà quando scopriranno di appartenere a due popoli nemici?

bianconero3Il nostro spettacolo termina con una riflessione aperta, dove il pubblico è invitato a esprimere il proprio parere, e questo ci ha dato la conferma che  le opinioni dei bambini sono sempre inaspettate.


 

 

 

separatore

Scheda tecnica


Spettacolo d’attore
Età consigliata: dai 6 agli 11 anni.
Durata: 40 minuti + confronto con il pubblico.
Esigenze tecniche: spazio oscurabile e presa di corrente 220 volt.


Illustrazioni di Vittorio Porcelli

Menu